Centro internazionale di studi
per la conservazione ed il
restauro dei beni culturali
Direttore Generale

Direttore Generale

Stefano De Caro

Stefano De Caro è stato eletto Direttore Generale dell’ICCROM in occasione della 27ª Assemblea Generale tenutasi nel novembre 2011.

De Caro ha una lunga carriera come archeologo, autore, conferenziere e docente presso diverse università italiane, nonché come ex Direttore Generale per le Antichità presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

L’inizio della sua carriera è stato contraddistinto dalla sua esperienza nel gestire le conseguenze del terremoto in Irpinia nei primi anni ‘80. È stato prima direttore dell’Ufficio Scavi di Pompei, Soprintendente per le Antichità delle province di Napoli e Caserta, e infine Direttore Regionale per i Beni Culturali della Campania. In veste di Direttore Regionale, De Caro è stato un precursore nella gestione di progetti europei per la conservazione del patrimonio culturale nel quadro del Programma Operativo Regionale. Tra i suoi vari successi, ha avuto il merito avvicinare il pubblico al patrimonio culturale, riorganizzando molte delle sezioni permanenti più illustri del Museo Archeologico di Napoli, nonché promuovendo mostre speciali e lo sviluppo di musei locali.

Durante il suo mandato di Direttore Generale delle Antichità (dal 2007 al 2010) presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, l’intervento di De Caro è stato decisivo nelle trattative per la restituzione dei beni archeologici illecitamente esportati all’estero. È stato un membro importante della commissione ministeriale che ha negoziato accordi bilaterali e multilaterali. De Caro è riconosciuto come un idealista e le sue prospettive hanno ampiamente influenzato i programmi di conservazione nazionali. Ha sostenuto lo sviluppo delle prime linee guide nazionali per il soccorso ai beni archeologici, ed è stato invitato a rappresentare l’Italia in occasione di numerose conferenze e incontri internazionali.

Nel corso della sua carriera, De Caro ha messo in risalto le conoscenze acquisite dalla ricerca sul campo. Ha promosso la pubblicazione di articoli di esperti nel Bollettino di Archeologia Nazionale, di cui è stato Direttore per diversi anni. Ha pubblicato personalmente oltre 300 libri e articoli scientifici relativi ad argomenti che spaziano dall’archeologia alla conservazione greco-romana di centri storici, dei paesaggi culturali e del patrimonio immateriale. Inoltre, De Caro ha curato mostre sul patrimonio culturale italiano in diversi Paesi, tra cui Cina, Francia e Russia.

Nato nella piccola città di Boscoreale (Napoli), il Direttore Generale dell’ICCROM ha costruito la sua carriera in archeologia classica da una laurea in Lettere conseguita presso l’Università “Federico II” di Napoli. In seguito, ha proseguito gli studi di archeologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma vincendo la prestigiosa borsa di studio presso la Scuola Archeologica Italiana di Roma e Atene.

De Caro è stato membro di diversi comitati scientifici internazionali e di associazioni culturali professionali in Italia e all’estero. Grande Ufficiale della Repubblica Italiana e Cavaliere della Légion d’Honneur della Repubblica Francese, il Direttore Generale dell’ICCROM è stato inoltre membro della British Academy, del Deutsche Archäologische Institut e del Scientific Advisory Board dell’'Herculaneum conservation Project, condotto dal Packard Humanities Institute. Inoltre, è stato omaggiato con l’“Outstanding Public Service Award” conferitogli dall’Archaeological Institute of America.